el pederasta

elpederasta

da un articolo di JUAN RUIZ SIERRA su ElPeriòdico:

El pederasta que fundó la Legión de Cristo tenía sobornado al Vaticano

è  il 1994 e il cardinale spagnolo Eduardo Martinez Somalo è appena stato promosso a Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata, l’ente responsabile per gli ordini religiosi. Marcial Maciel, un sacerdote messicano, fondatore dei Legionari di Cristo, morfinomane, pederasta e padre di molti figli, incarica un giovane del suo ordine di andare a casa di nuova nomina. Il religioso inesperto trasporta una busta piena di contanti. “Sono andato nel suo appartamento, le ho consegnato la busta e ho detto addio”. Era un modo per fare amicizia, assicurarsi qualsiasi aiuto, se necessario, per sanare, dice ora, 16 anni dopo, questo prete in una relazione dettagliata della pubblicazione cattolica americana National Catholic Reporter (NCR), che ci spiega in dettaglio come Maciel, morto nel 2008, ha distribuito denaro tra  funzionari vaticani che avrebbero indagato ma invece non hanno fatto nulla. I test sono stati: John McGann, vescovo di New York, aveva già inviato alla Santa Sede, attraverso i canali ufficiali, una lettera in cui un ex membro della Legione disse come Maciel aveva abusato di almeno 20 tra seminaristi, negli anni 40 e 60 del secolo scorso. E non è successo niente. Non è stato fatto niente fino al 2004 quando l’attuale Papa Joseph Ratzinger, allora prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, ha informato il Papa Giovanni Paolo II, grande sostenitore finora di Maciel, l’inchiesta si è conclusa se non due anni dopo con il comando Ratzinger, ormai Papa, e con la condanna a  Maciel di ritirarsi in una vita di “preghiera e penitenza”.

Ha avuto niente a che fare con la somma succosa, finanziato con il bilancio annuale di quasi 500 milioni di euro con i Legionari di Cristo, nella paralisi delle indagini per decenni in Vaticano? Nel lavoro del NCR, effettuato per più di nove mesi, non così grande, vi è perseguito per alcune spese Maciel , che non sono nemmeno vietate dalle leggi della Santa Sede: il suo scudo davanti alle accuse crescenti di abusi sessuali, di tossicodipendenza e di “procreazione”. Oltre Somalo,  andato in pensione, i principali destinatari del denaro e attenzioni sono specificati nel testo,  Angelo Sodano, Segretario di Stato vaticano, tra il 1991 e il 2006, che ha pagato Maciel innumerevoli banchetti, e Stanislaw Dziwisz, segretario di Papa Giovanni Paolo II e oggi cardinale, che ha ricevuto denaro per consentire la partecipazione alle Messe celebrate privato del papa allora. Nessuno accettato l’intervista NCR richieste.

Oltre Somalo, essendo andato in pensione, i principali destinatari di denaro e attenzioni  specificati nel testo sono Angelo Sodano, Segretario di Stato vaticano, tra il 1991 e il 2006, al quale Maciel ha pagato  innumerevoli banchetti, e Stanislaw Dziwisz, segretario di Papa Giovanni Paolo II e oggi cardinale, che ha ricevuto denaro per consentire la partecipazione alle Messe celebrate in privato dal papa allora. Nessuno ha accolto le richieste d’intervista al NCR.
Chi meglio si distingue è Ratzinger, ora accusato di inerzia nei casi di pedofilia in Germania e Stati Uniti. Ha
richiesto l’indagine su Maciel , e nel 1997 ha respinto una delle buste della Legione. NCR ha detto che il suo rifiuto è stato cordiale, ma fermo.


I commenti sono chiusi