2013

se la profezia dei maya fosse vera il mondo finirebbe nel 2012, ma se così non fosse l’Espresso ci propone un sondaggio per stabilire chi è il più adatto a sfidare il nano di merda alle prossime politiche. Certo vorrei sapere con quale criterio son stati scelti i nomi degli sfidanti, ma forse mi voglio abbandonare comunque al sondaggio e così  l’ho fatto e devo dire che il risultato non mi ha lasciato indifferente, il signor nessuno ha più possibilità di Bersani Pier Luigi.

sondaggio

Commenti chiusi

non è che eravamo amici

era da vedere che prima delle elezioni ne avrebbero arrestato uno, peccato che gli altri siano candidati nelle liste della pdl per le prossime regionali.

Commenti chiusi

il sogno dell’italiano medio, medio/basso

ansa lastampa

sec

sul sito dell’Ansa la prima foto, la seconda da La Stampa on-line,  a corredo della notizia “redditi parlamentari”, ah la terza è sul sito del SecoloXIX.

Commenti chiusi

l’ultima speranza

Il 1 dicembre del 1955, a Montgomery, Rosa Parks, stava tornando a casa in autobus e, poiché l’unico posto a sedere libero era nella parte anteriore del mezzo, quella riservata ai bianchi, andò a sedersi lì. Poco dopo salirono sull’autobus alcuni passeggeri bianchi, al che il conducente James Blake le ordinò di alzarsi e andare nella parte riservata ai neri. Rosa però si rifiutò di lasciare il posto a sedere e spostarsi nella parte posteriore del pullman: stanca di essere trattata come una cittadina di seconda classe,  rimase al suo posto. Il conducente fermò così l’automezzo, e chiamò due poliziotti per risolvere la questione: Rosa Parks fu arrestata e incarcerata per condotta impropria e per aver violato le norme cittadine.

L’11 agosto 1965 la rivolta di Watts, suburbio nero di Los Angeles, la più violenta mai vista, segnava uno spartiacque nelle relazioni razziali e nella coscienza dei neri americani.   Fu la reazione spontanea alla brutalità dei poliziotti bianchi. Poi, dopo i sei giorni di rivolta (34 morti, oltre mille feriti, 40 milioni di dollari di danni) le cose cambiano e diventano «politiche». Vengono coinvolte e assumono la leadership le vecchie gang nere di L.A., con l’aiuto delle radio locali, mentre nasce il gruppo del Black Panther.

19 settembre 2008_  Sei migranti vengono assassinati da uomini del clan dei casalesi a Castelvolturno, tra Napoli e Caserta. Il giorno dopo sale la rabbia dei migranti,  si riversano per le strade di Castelvolturno. Le  strade vengono bloccate le vetrine infrante, auto rivoltate in mezzo alla strada al grido di: “Vogliamo giustizia!”.

7 gennaio 2010_ Esplode la rabbia dei braccianti agricoli a Rosarno a 70 chilometri da Reggio Calabria. I migranti, per lo più nordafricani, arrivano per lavorare la terra, per lo più raccogliere gli agrumi della piana di Gioia Tauro. Si stabiliscono in inverno, sono stagionali, poi si sposteranno a nord, direzione Puglia e Campania, per la raccolta dei pomodori. Qui vivono in condizioni disumane, accampati nelle fabbriche dismesse o mai completate, buttati per terra senza nemmeno un materasso.  La protesta è scoppiata dopo il ferimento da parte di persone non identificate di alcuni cittadini extracomunitari con un’arma ad aria compressa. La rivolta viene sedata con la deportazione dei migranti.

6 marzo 2010_Esplode la rabbia del popolo viola, si fingono morti.

Comments (1)